Fuoricollana

No comments

  1. Silvio De Fanti ha detto:

    Da 31 anni, il Comitato di cui faccio parte e il sottoscritto, denunciano il crimine delle case farmaceutiche, in combutta con una grande parte della psichiatria Italiana e internazionale, con l’unico scopo di fare soldi a palate, sfruttando gli innumerevoli disagi mentali di cui è sempre più zeppo il Dsm.
    Sapere che le nostre denunce continue non sono state vane ci rende alquanto orgogliosi e con più entusiasmo nel continuare.
    Grazie per questa pubblicazione.

  2. Mario ha detto:

    Libro veramente simpatico e scorrevole. L’autore osserva i nostri comportamenti verso il diverso, i nostri giudizi ed i nostri pregiudizi e li commenta con ironia, con passione e talvolta con severità. Pur mantenendo la giusta leggerezza che consente una lettura scorrevole, le pagine del libro e le relative vignette (tutte dell’autore-fumettista..) sono sempre acute e piene di interessanti spunti culturali, sociali e comportamentali.
    Assolutamente da leggere.

  3. Laura ha detto:

    Confermo quanto scritto nel libro. Sia per l’esperienza di una persona della mia famiglia che per casi di conoscenti ho potuto constatare l’incredibile leggerezza con cui vengono prescritti farmaci SSRI a pazienti leggermente depressi a causa di un periodo di stress. Gli effetti collaterali sono evidenti, infatti la situazione è migliorata solo con la sospensione dell’uso del farmaco che abbiamo deciso noi, osservando il nostro parente. Non certo lo psicologo, che dopo una chiacchierata di 25 minuti ha prescritto un farmaco SSRI a una persona a lui sconosciuta dicendo di prenderlo per 5 mesi senza avvertirci dei rischi. E quando gli abbiamo fatto notare che non c’erano miglioramenti ha detto solo di continuare perché occorre tempo. Ovviamente secondo lui non occorreva parlare delle cause dello stress. Trattasi di psicologo con specializzazione in psichiatria e consulente del tribunale.
    Mi sono venuti forti dubbi e mi sono documentata su cosa sono effettivamente certi farmaci ed è stato come aprire il vaso di Pandora. Nel libro ho trovato conferma di quanto avevo vissuto e scoperto. E’ vergognoso.

  4. Marco Lavagetto ha detto:

    Mea culpa!

  5. giorgio ha detto:

    finalmente qualcuno che ci ha pensato. aspettiamo ora pure quella di peter criss 🙂

  6. Gianfranco ha detto:

    Ma a Milano dov’è uscito?
    Mondadori,Feltrinelli,Rizzoli e Hoepli non lo hanno mai ricevuto oggi!

  7. Nico ha detto:

    Il libro trasmette emozioni sincere, perché Alain non racconta gossip o imprese da eroi, L’esperienza con i Rockets è l’epilogo di una storia d’amore tra un bambino che per mezzo di bidoni recuperati da una discarica, sogna di diventare un bravo batterista. Lo diventerà insieme ai Rockets. E’ il suo amore sarà ricambiato dal calore del pubblico Italiano. Il finale è triste, ma sincero, come sincero è lo stesso Alain Groetzinger.
    Nico

  8. Gianluca Livi ha detto:

    Per me un ottimo libro: recensione a mia firma sulle pagine di Artists And Bands: ecco il link: http://www.artistsandbands.org/ver2/articoli/biografie/7671-paul-dianno-la-bestia

  9. luciano cailotto ha detto:

    Un libro scritto con il cuore , di una persona grandissima sempre pronta a mano tesa in questa società in cui i valori si sono persi , generazione dopo generazione . Un libro bellissimo