16 GIUGNO 1944

15.00

Orlando Bianconi

formato 15×21

pag 200

COD: 978-88-89966-32-7 Categoria: Tag: , , , , , ,

Descrizione

La peculiarità di questi diari è data dal fatto che sono stati scritti durante il periodo di prigionia di un operaio genovese deportato a Mauthausen. Essi riportano la cronaca dei fatti appena avvenuti così come Orlando Bianconi li ha vissuti e risentono delle ansie e dei timori che gli eventi gli inducevano.Nell’esaminare i diari, i documenti, le lettere, le cartoline ed i vari foglietti sparsi, alcuni scritti a matita e quasi sbiaditi, prende vita un documento unico che tratteggia in “presa diretta” la bruttura della Seconda Guerra Mondiale e di tutto quello che ne è conseguito.

Orlando Bianconi era nato a Bussoleno (TO) nel 1901 da una famiglia di lavoratori di fonderia.Dopo una prima permanenza a Bussoleno si era trasferiti a Genova Bolzaneto dove alcuni familiari avevano trovato lavoro alla fonderia Bruzzo. Orlando lavorava come elettricista alla Piaggio di Sestri Ponente, Genova, una delle poche fabbriche che non pretendeva che i propri dipendenti fossero iscritti al Partito Nazionale Fascista. Egli non era mai stato iscritto a nessun partito politico, tanto meno a quello fascista. Anche dopo la liberazione Orlando continuò ad essere un libero pensatore senza mai iscriversi ad alcun partito politico. Alla liberazione Orlando Bianconi tornò a lavorare presso la Piaggio di Sestri Ponente dove rimase fino all’età di 64 anni. Morì nel 1982 all’età di 81 anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *